Asilo nido Parco de' Medici

La sede de Il Girotondo Parco de' Medici è inserita nella gradevole cornice dello sporting club Parco de 'Medici in via Cesare Giulio Viola 15.

Accogliamo bambine e bambini da 3 mesi a 3 anni di età

Il nostro nido è aperto tutti i giorni, dal lunedì al venerdì dalle ore 7:00 alle ore 18:00

L'orario di ingresso al nido è previsto dalle ore 7:00 alle ore 9:30, l'uscita dalle ore 11:30 in poi con orari flessibili e modulabili.

Al momento dell'ingresso delle bambine e dei bambini al nido è prevista una fase di inserimento della durata di circa 2 settimane

Il nostro staff è composto da

Supervisore: Marinella Rinaldi

Coordinatrice didattica: dott.ssa Rosangela Procino

Pedagogista: dott.ssa Mariaelena La Banca

9 Educatrici

3 asiliarie

1 cuoca

 

 

 

Personale educativo

I genitori conosceranno immediatamente lo staff educativo che è composto da:

  • Direttrice che sarà il tramite tra educatrici e famiglia e supporterà le educatrici di riferimento durante le attività ludico-didattiche
  • Educatrici del gruppo dei Lattanti
  • Educatrici del gruppo dei medi
  • Educatrici del gruppo dei grandi
  • Educatrici di supporto
  • Cuoca
  • Pedagogista
  • Psicologa
  • Pediatra
  • Dietista
  • Dentista

 

Tutto il nostro personale educativo ed ausiliario con pluriennale esperienza, ha conseguito i seguenti attestati di formazione:

  • PBLS (corso di primo soccorso)
  • igiene e sicurezza alimentare
  • sicurezza e prevenzione nei luoghi di lavoro
  • Formazione e aggiornamento professionale
  • HACCP

Routine scolastica

ORARIO ATTIVITA'

7,45-9,20 ACCOGLIENZA
9,20-9,35 MERENDA
9,35-9,45 SUDDIVISIONE DEI BAMBINI NELLE VARIE CLASSI
9,45-10,30 ATTIVITA’ STRUTTURATE CON L’INSEGNANTE*
10,30-11,00 CAMBI E TOILETTE
11,00-11,30 ANIMAZIONE**
11,30-12,15 PRANZO
12,15-12.45 CAMBI E TOILETTE
12,45-13,00 SUDDIVISIONE DEI BAMBINI NELLE VARIE CLASSI USCITA ANTIMERIDIANA
13,00-15,00 MOMENTO DEL RIPOSO
15,00-15,30 CAMBI E TOILETTE
15,30-16,00 MERENDA
16,00-19,00 SUDDIVISIONE DEI BAMBINI NELLE VARIE CLASSI E ANIMAZIONE** IN ATTESA DELL’USCITA

*Le attività strutturate con l’insegnante comprendono:

  • GIOCO MUSICALE
  • GIOCHI CON LA CARTA: viene proposto ai bambini il collage con vari tipi di carta (crespa, cartoncino, giornali); si creano figure con la carta; carta pesta creata con colla, acqua e farina mischiate insieme; i bambini guidati dall'educatrice scoprono la carta. Da dove arriva la carta? Cosa si può fare con la carta?
  • MANIPOLAZIONE E TRAVASI
  • LETTURA DELLE IMMAGINI
  • GIOCO CON IL COLORE
  • MOTRICITA’
  • GIOCO SIMBOLICO

** Animazione:

Per animazione si intende un momento in cui la maestra propone filastrocche e canzoncine di facile memorizzazione ai bambini.

Metodo educativo

I metodi educativi sono studiati ed applicati in base alle necessità ed alle abilità dimostrate dai bambini.

Un solo metodo educativo sarebbe riduttivo, non solo per i bambini normodotati, in quanto ognuno ha un proprio ritmo di apprendimento sia logico sensoriale che di socializzazione ed integrazione, ma anche per quelli diversamente abili e per le educatrici a cui andrebbero precluse le moltitudini di variabili possibili per la risoluzione delle diverse problematiche riscontrate o implicitamente proposte dai bambini.

L'educatrice rappresenta una figura di riferimento costante per il bambino, il suo approccio è sempre rassicurante e mai insistente o invasivo e sempre positivo e vincente, grazie anche all'ausilio di giochi ed alla presenza e alla collaborazione iniziale dei genitori.

L'educatrice deve essere sempre pronta ad aiutare chi ha bisogno, al fine di rendere i bambini attivi ed indipendenti, ma deve anche sapersi ritirare ed astenersi dall'intervento quando il bambino è già in grado di agire da solo.

Per guidare il fanciullo nella conquista dell'autonomia occorre aiutarlo a sperimentare l'indipendenza e l'assistente deve essere, in questa fase, una presenza rassicurante, deve fornire al bambino gli strumenti adatti a favorire la sua autonomia. L'essere libero di compiere esperienze rende consapevole l'alunno della fiducia che si ripone in lui e quindi consolida quella che sente verso se stesso.

Quando il bambino ha terminato il processo di inserimento e la maestra ha un quadro di base del suo "carattere" si può passare all'articolazione di un percorso educativo adatto a lui.

L'educatrice, durante il percorso educativo, programma le attività didattiche, le quali hanno lo scopo di sviluppare le varie abilità dei bambini, secondo la loro età. Naturalmente le attività sono organizzate in modo da impegnare buona parte della giornata, lasciando però ai bambini la libertà anche di giocare liberamente.

Il nido si divide in tre sezioni: LATTANTI, SEMIDIVEZZI e DIVEZZI.

Progetto educativo

L’asilo nido costituisce un luogo culturale importante e particolare nel percorso scolastico delle persone.

La fascia di età che entra in questa “prima” scuola, tre mesi-tre anni, presenta caratteristiche ed esigenze affettivo-cognitive particolari, che vanno conosciute in maniera approfondita, rispettate e corrisposte al massimo grado per fornire ai bambini ambienti formativi che rendano possibile una permanenza serena (base indispensabile per realizzare, e non solo in questo stadio dell’età evolutiva, veri apprendimenti) e che offrano un’idea positiva della scuola, luogo sociale che molti incontrano spesso per la prima volta, un’ idea che spesso incide anche sulle aspettative nei confronti del mondo scolastico in generale di ognuno.

I bambini giungono alla Scuola dell’Infanzia con caratteristiche proprie dell’età e con dati personali, originali e unici, che vanno individuati, rispettati, valorizzati mediante la creazione di un ambiente strutturato negli spazi, nei tempi e nelle attività, in modo che sia garantito a tutti un sano processo evolutivo sul piano affettivo-sociale-cognitivo e un approccio ai sistemi simbolico-culturali del nostro tempo.

Il curricolo implicito, ossia le conoscenze possedute dalle educatrici sui bisogni propri dell’età, la loro capacità di stabilire relazioni col bambino, l’allestimento di spazi interessanti e rassicuranti, l’organizzazione dei tempi effettuata sui loro bisogni, le pratiche educativo-didattiche che pervadono i momenti di routine, di quest’ordine di scuola, costituisce un elemento fondamentale nella realizzazione di quelle che sono le finalità, la progressiva conquista dell’autonomia, la consapevolezza della propria identità, l’acquisizione delle competenze.

 

Unitamente al curricolo implicito, di cui si è detto, le insegnanti per raggiungere tali finalità, effettuano, anche in base alla situazione sociale in cui esse operano, scelte sulle esperienze e sulle offerte da fornire ai bambini supportate dalla pedagogista.

All’interno di ogni offerta formativa esse hanno individuato in maniera essenziale il loro ruolo: creare un clima di dialogo e di sereno confronto, manifestare disponibilità all’ascolto, costituire un modello adulto adeguato, promuovere situazioni basate sul gioco e su manipolazioni in cui i bambini possano agire e interagire attivamente (per esplorare la realtà, formulare ipotesi su di essa e autocorreggersi attraverso il confronto con gli altri e le cose) fare da mediatori tra le idee del bambino, le idee dei pari e la cultura adulta, promuovere l’attivazione di processi, considerare “gli errori” come risposte tipiche di particolari fasi dello sviluppo, essere in grado di suscitare motivazione.

 

Per rispettare il modo di conoscere dei bambini e per offrire situazioni motivanti, perché ricche di senso, si cerca di perseguire gli obiettivi previsti nei campi di esperienza (ambiti particolari di lettura e di interpretazione della realtà, ancora molto ricchi di interconnessioni, ma propedeutici alla costruzione di importanti prerequisiti per future letture più specifiche) e di promuovere la formazione di competenze, organizzando esperienze caratterizzate dalla trasversalità delle conoscenze alle quali gli stessi campi fanno riferimento.

 

Le attività sono quelle individuate e descritte nei Progetti previsti nelle diverse classi. Per quanto riguarda la valutazione si sceglie di osservare atteggiamenti, comportamenti, risposte non alla fine, ma durante i percorsi delle esperienze, per misurare l’efficacia delle soluzioni adottate e per eventuali aggiustamenti. Si valuta quindi l’ambiente educativo-didattico-organizzativo nel suo insieme e si cerca di conoscere lo stile cognitivo e la personalità di ognuno con intento descrittivo e non di giudizio, per dare risposte adeguate alle esigenze che via via emergono.

FATTORI DI QUALITA’

Di particolare rilievo la continuità orizzontale con la famiglia, attraverso lo scambio di informazioni iniziali mediante la scheda personale del bambino, in itinere durante intersezioni, colloqui individuali, assemblee, accoglienza a scuola.

ORIENTAMENTO
Le Indicazioni Nazionali per i Piani personalizzati delle attività educative affermano che: "la scuola concorre a promuovere la formazione integrale della personalità dei bambini e delle bambine dai tre mesi ai tre anni nella prospettiva della formazione di soggetti liberi, responsabili e attivamente partecipi alla vita della comunità locale, nazionale ed internazionale".

Da qui scaturisce l'idea di ORIENTAMENTO FORMATIVO, cioè far sì che tutto l'apprendimento, anche quello indirizzato ai bambini più piccoli, concorra a formare individui in grado di formare la propria identità personale di effettuare delle scelte, di prendere decisioni.

Servizi aggiuntivi

i propongono i seguenti laboratori didattici:

 

  • Laboratorio sensoriale
  • Inglese
  • Yoga
  • propedeutica alla danza
  • musica

Servizi offerti

Nel nostro asilo nido di via Cesare Giulio Viola 15, abbiamo attivato i seguenti servizi interni:

 

  • Mensa interna: la nostra cuoca prepara ogni mattina menù differenziati per lattanti, medi e grandi.
  • Pediatra: Il nostro pediatra è presente in sede a cadenza regolare ed effettua la vigilanza sanitaria controllando lo stato di salute della popolazione scolastica.
  • Odontoiatra: è presente in sede 1 volta l'anno per controllare la corretta dentizione dei bimbi e insegnare loro una corretta igiene orale.
  • Dietista: prepara i menù dei bambini e consiglia gli almenti più adatti per ogni età.

Articolazione degli spazi

Gli spazi interni della struttura dispongono di arredi e materiali su misura, rispondenti alle normative vigenti in essere, si utilizzano solo legno multistrato di pioppo e betulla. I colori utilizzati per la verniciatura sono atossici, a base di acqua, tutti gli angoli sono smussati con bordature a vista e le maniglie di cuoio speciale.

Rispettando ogni esigenza dei bambini, delle famiglie e del personale docente e di servizio, gli spazi sono dotati dei seguenti arredi:

Atrio strutturato al fine di consentire funzioni di accoglienza ed incontro con le famiglie:

Piccole panche colorate, dotate di contenitori sotto la seduta, sono poste lungo le pareti e ogni bambino avrà un appendino al di sopra della sua panca

Servizio di segreteria e spazio attrezzato per il pediatra con lavabo e armadietto per i medicinali. Spazio attrezzato per gli incontri con i genitori e per le riunioni interne del personale docente:

arredato da una scrivania per le funzioni di segreteria e uno spazio attrezzato con lettino, lavabo, armadietto dei medicinali per gli incontri con la pediatra, alle pareti saranno disposti armadi contenitori e, l’ampiezza della aula, consentirà l’incontro con le famiglie al bisogno

Sezione dei lattanti:

Vano per il riposo dei lattanti attrezzato con piccoli lettini, vano per l’attività dei lattanti arredato con grandi tappeti, una piccola spalliera per consentire il primo appoggio per la posizione eretta, uno specchio dove riconoscere se stessi e gli altri, piccoli armadi bassi con contenitori di giocattoli. Lo spazio adibito al momento del pasto è attrezzato con seggioloni. Il vano bagno per il cambio dei lattanti è composto da un fasciatoio, un lavabo apposito e armadietti per la biancheria. Tutti i vani sono attigui tra di loro e facilmente raggiungibili

Sezione dei medi e dei grandi:

Il vano per il riposo dei semidivezzi e divezzi è dotato di lettini per il sonno dei bambini, il vano per l’attività dei divezzi è attrezzato con uno spazio per la psicomotricità composto da un percorso con tunnel e pedane, uno spazio per il gioco simbolico attrezzato con una piccola cucina, dei piccoli tavolini con piccole seggiole per lo svolgimento dell’attività didattica e con armadi bassi alle pareti che possano contenere giochi e materiale didattico, facilmente raggiungibili dai bambini. Lo spazio mensa per divezzi è dotato di contenitori bassi con la tovaglieria d’uso (bavette, tovagliette..).

Il vano per l’attività dei semidivezzi con spazio mensa per semidivezzi è arredato come quello dei divezzi ma lo spazio mensa contiene anche dei seggioloni per i semidivezzi più piccoli. Il vano bagno per il cambio e l’igiene dei divezzi e dei semidivezzi, prossimo alle sezioni, contiene un fasciatolo con lavabo apposito, armadietti per la biancheria, 8 piccoli wc, 4 piccoli lavabi.

 

Spazio esterno:

All'esterno della struttura, in uno spazio di circa 1000 mq completamente recintato e pavimentato con materiale antitrauma trovano posto diverse strutture gioco per bambini con scivoli e un tappeto elastico e un ampio parcheggio riservato ai genitori

Calendario scolastico

La scuola garantisce il funzionamento tutto l'anno, dal primo settembre al 31 luglio ad esclusione delle festività nazionali come da calendario.

 

GIORNI DI CHIUSURA

  • 1º gennaio - Capodanno
  • 06-gen - Epifania
  • Variabile - Lunedì dell'Angelo
  • 25-aprile - Festa della Liberazione
  • 1º maggio - Festa dei lavoratori
  • 02-giugno - Festa della Repubblica Italiana
  • 29-giugno - San Pietro e San Paolo ( Roma)
  • 05-ottobre
  • 1º novembre - Ognissanti
  • 08 dicembre - Immacolata Concezione
  • 25 dicembre - Natale
  • 26 dicembre - Santo Stefano

Oops...

There was an error pulling content for this page
To add content from your site manually click here

To remove the page go to the Manage Pages section on the left.

Share by: